REGISTRI DI ESPOSIZIONE AD AGENTI CANCEROGENI E MUTAGENI E AD AGENTI BIOLOGICI: OBBLIGO INVIO TELEMATICO

Feb 12 2021
Francesco Cotini

Come noto l’INAIL, con circolari n.43/2017, n.22/2018 e n.49/2018, ha reso disponibile dal 12 ottobre 2017 per i datori di lavoro titolari di Posizione assicurativa territoriale (Pat), il servizio telematico denominato “Registro di esposizione”, al fine di consentire di adempiere all’obbligo di trasmissione previsto dal legislatore nell’ambito delle specifiche disposizioni di protezione dei lavoratori contro i rischi derivanti da agenti cancerogeni e mutageni e da agenti biologici (rispettivamente artt. 243, 260 e 280, 282 del DLgs. 81/2008).

 

Nella prima fase di applicazione connessa all’utilizzo dell’applicativo informatico, l’Istituto assicuratore si è reso disponibile ad acquisire e integrare i dati dei registri che i datori di lavoro hanno trasmesso in formato cartaceo o tramite Pec.

Con nota pubblicata sul proprio portale (https://www.inail.it/cs/internet/comunicazione/avvisi-e-scadenze/avviso-registri-esposizione-agenti-biologici-so-obbligatorio.html), l’INAIL rende noto che a decorrere a decorrere dal 10 febbraio 2021 le comunicazioni relative ai registri di esposizione ad agenti cancerogeni e mutageni e ad agenti biologici devono avvenire esclusivamente attraverso il servizio online “Registro esposizione”.

Per quanto concerne l’accesso ai servizi online disponibili sul portale dell’Istituto, si fa riferimento alle istruzioni fornite con circolare n.39/2020. Le credenziali già rilasciate potranno essere utilizzate fino alla loro naturale scadenza e comunque non oltre il 30 settembre 2020, mentre dal 1° ottobre p.v. sarà operativo esclusivamente l’accesso tramite SPID, CIE e CNS per tutte le categorie di utenti.

 

RELAZIONI INDUSTRIALI: 

Giuseppe Baselice  089200829  g.baselice@confindustria.sa.it

Francesco Cotini  089200815  f.cotini@confindustria.sa.it